Cereali per un futuro sostenibile

Vi ricordate della nostra banca speciale?

Siamo tornati al villaggio di Sadjorobogou per incontrare i promotori della Banca dei cereali e discutere insieme i risultati ottenuti dopo un anno di progetto.

Grazie alle attività svolte dai 300 promotori del progetto e alla collaborazione attiva del Comune di Baquineda e del capo villaggio di Sadjorobogou, non solo circa l’80% della popolazione è riuscita a migliorare la propria condizione alimentare ma si è sviluppata una maggiore solidarietà e coesione tra le persone che hanno lavorato per il raggiungimento di un obiettivo comune.

Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti dal progetto e continueremo a favorire e supportare la messa in opera di iniziative simili anche in altre zone del paese perché la sicurezza alimentare non deve essere un’utopia.

Ogni uomo ha diritto a una quantità di cibo sufficiente, sicuro e nutriente che soddisfi i suoi bisogni dietetici e le sue preferenze alimentari e garantisca una vita sana ed attiva

Il cibo non è solo necessità fisiologica di nutrirsi, in ogni cultura e per ogni popolazione esso assume un valore simbolico, un momento importante di socializzazione attraverso cui implicitamente si costruiscono relazioni e gerarchie

Ognuno di noi può fare qualcosa nella sua quotidianità, un atteggiamento consapevole e responsabile verso le risorse a nostra disposizione può veramente fare la differenza.

 

Maggiori informazioni

 

 

Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

  1. maurizio ha detto:

    sono orgoglioso e siamo orgogliosi di tutti voi per il lavoro svolto, a tutti voi che date e investite il vostro tempo per cause importantissime e fondamentali come il diritto al cibo a quelle popolazioni dove ancora oggi non riescono ad avere una loro autonomia per poter coltivare terre produrre grano per arrivare ad una indipendenza alimentare propria.
    sono orgoglioso dei vostri risultai anche per l’aiuto che date nelle scuole , ai bambini, oltre all’impegno per installare impianti fotovoltaici impianti per l’irrigazione e tanto altro dove tutt’oggi nella maggior parte delle zone manca energia elettrica.ecc.
    vediamo di collaborare con voi , grazie.

    un abbraccio a tutti/e a presto

    b.m. Mauri

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...