Les femmes de Lenà

Martedì 22 Marzo

ore 8: Mamadou pronto a partire alla volta di Lenà.”150 km” penso io:”che ci vorrà mai, mi sembra un pò prestino per partire”.
Raggiungere Lenà significa incontrare mucche, carretti, buche, interruzioni di strada, mercati, pedoni impazziti e poi ancora asini, capre, terra rossa asfaltata, baobab, alberi di ibiscus e di acacia..primo villaggio, secondo villaggio, soste per la toilette…e ancora avanti per 50 km..! Lecito chiedersi perchè patire tutto questo con 40 gradi di temperatura.

Il motivo è che a Lenà ci aspettano da tempo le 60 donne promotrici e responsabili del progetto di produzione e conservazione di prodotti orticoli che da novembre 2015 è finanziato parzialmente dalla Tavola Valdese  (60% dell’importo totale del progetto, durata finanziamento = 1 anno).

ore 12:15: siamo a Lenà.

Le donne ci attendono nel cortile della casa del consigliere del villaggio, elegantissime nei loro vestiti tradizionali bambara. Viola, verde, azzurro, giallo…non sembrano reali per quanto sono belle.
Il progetto sta procedendo bene, i corsi di alfabetizzazione ed aritmetica e la formazione sulle tecniche di coltivazione seguono il programma stabilito (lezioni nel fine settimana per non interrompere le attività domestiche), il terreno è pronto per essere fertilizzato e l’ acquisto degli attrezzi da lavoro è stato in parte fatto (manca ancora l’ autopompa per l’irrigazione del terreno). La coltivazione invece verrà avviata nel mese di luglio quando inizierà il periodo delle pioggie.
Le donne hanno spiegato che parte del raccolto sarà utilizzato per sopperire alle carenze alimentari del villaggio, il resto invece sarà venduto al mercato di Sélingué raggiungibile con le pinasse (imbarcazioni collettive che giornalmente effettuano il tragitto Lenà –  Sélingué).
L’obiettivo del progetto è di facilitare l’emancipazione delle donne di Lenà affinchè partecipino attivamente allo sviluppo economico del villaggio e, raggiunta una propria indipendenza economica, possano utilizzare il ricavato delle vendite per acquistare altri sementi, materiali per la coltivazione o  comprare tessuti per la creazione di abiti.

Il calore del villaggio è stato forte ed anche i bambini, inizialmente un pò diffidenti, si sono lasciati andare in un riso contaggioso.

“Cambufo, cambufo!!!” ci dicono tutti…purtroppo è il momento dei saluti.

Qualche info in più

Lenà, comune rurale di Syentoula, fa parte del cercle di Bougoni nella regione di Sikasso.Si contano circa 1500 abitati suddivisi in 50 famiglie.

Dista circa 150 km da Bamakò di cui 50 di strada dissestata. L’ambulatorio più vicino è a 9,5 km di distanza…a piedi. Al villaggio non vi è elettricità, l’alfabetizzazione è ancora molto scarsa  e mancano fonti di reddito.

Responsabile del progetto di Abareka Nandree Onlus: Mamdou Bagayogo

Costo totale del progetto: 20.025,13 € di cui 12.169,12 saranno finanziati dalla Tavola Valdese

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...